martedì 15 agosto 2017

I BAMBINI DEL CENTRO ESTIVO ESTATE IN MOVIMENTO AL MERCATINO DI MEZZ'AGOSTO PERCHE' HANNO UN SOGNO........

Carla, Pietro, Sofia, Silene, Marianna, Lorenzo, Alessandro, Giulia Daniele sono questi i nomi dei bimbi di Lucoli che hanno partecipato al Centro Estivo 2017.
Su iniziativa del nostro presidente Rita Mikucionyte e cura delle animatrici del centro estivo, hanno preparato dei lavori manuali da vendere al mercatino di Lucoli Alto e Vado Lucoli. In pieno spirito artigiano.......
Quasi un mese di lavoro per esporre la loro produzione. 
La nostra Associazione li ha incoraggiati: rappresentano il futuro di Lucoli e si ricorderanno di questa iniziativa estiva che i volontari realizzano da undici anni superando tante difficoltà.
Il mercatino, organizzato dall'Associazione Amici di San michele Onlus, richiede mesi e mesi di lavoro, di contatti, accordi e di progettualità ed anche NoiXLucoli Onlus ha fatto la sua parte curando come consuetudine parte della comunicazione dell'evento.







L'aspetto più bello di questo lavoro estivo che ha coinvolto i nostri bambini è il fine ultimo.

I bimbi hanno un sogno che realizzeranno con parte dei proventi derivati dalla vendita dei loro lavori: andare tutti insieme con i genitori al Centro Visita del Lupo che è una struttura di proprietà dei Carabinieri Forestali che si trova a Popoli (PE) all’interno della ex Azienda Pilota di Monte Corvo. Ricadente all’interno del Parco Nazionale della Majella, la struttura è inserita in un contesto paesaggistico molto suggestivo sovrastato dalla catena del Morrone. 
I bimbi vogliono andare a trovare il piccolo lupo ritrovato, affamato e malato senza mamma a Lucoli.
In Italia, agli inizi degli anni ’80, il lupo (Canis lupus) era in forte pericolo di estinzione e su tutto il territorio nazionale si stimavano poco più di 100 esemplari. Da questa situazione drammatica nacque il progetto banca genetica del lupo che aveva come obiettivo principale quello di assicurare il mantenimento di un gruppo di individui per poter essere rilasciato in caso di crolli inattesi della popolazione selvatica.
Nel corso degli anni, grazie all’incremento numerico delle popolazioni selvatiche di lupo, sono mutati gli obiettivi specifici di queste aree. Attualmente, la loro funzione è quella di curare e ospitare momentaneamente gli animali rinvenuti feriti in natura, condurre ricerche scientifiche, creare “cultura” nella convinzione che la conoscenza del lupo. Oltre alle emozioni che ne derivano, questo è di fatto uno dei modi migliori per contribuire alla conservazione della specie. 
Ci faremo parte attiva nell'organizzazione di questa visita al Centro Visita del Lupo sostenendo concretamente il gruppo dei bimbi.
Bella storia da raccontare: i bambini hanno sempre qualcosa di buono da insegnarci, soprattutto l'amore per il lupo.

Nessun commento:

Posta un commento