lunedì 14 ottobre 2019

Tutti insieme per accudire e rinnovare il Giardino della Memoria

Il 12 ottobre si è rinnovata la tradizione che vede i soci e tanti amici lavorare insieme per curare questo luogo che mantiene una bellezza fuori del comune.
Abbiamo sostituito alcune piante morte per la siccità e sono stati adottati tre alberi.
Don Cushman e Joanne Ugolini che hanno adottato anni fa un albero di melo sono tornati dagli Stati Uniti per stare con noi, la loro contentezza nell'assaporare questa nostra esperienza ci riempie di forza e ci aiuta ad andare avanti.
Ringraziamo tutti: gli Amici di San Michele, presenti in tanti per rinnovare la nostra amicizia e voglia di lavorare per il territorio, gli Alpini di Coppito che ci aiutano da tempo, sempre sorridenti e per noi faro di valori. Ringraziamo tutti i nostri soci ed il nostro Presidente Luciano che ha lavorato in modo particolare al restauro di una panchina, oramai storica, realizzata dalla Comunità Incontro di Don Gelmini, presente in Abbazia molti anni fa.
Ringraziamo il Sindaco di Lucoli per averci aiutato nello scavo di invasi per nuovi alberi, da noi donati e piantati nell'area del parcheggio vicino al cimitero.
Giulia degli Amici di San Michele presenti in forze.

Il Gruppo Alpini di Coppito ripara la recinzione intorno all'Abbazia
Lo scultore Giuseppe Palumbo segue i lavori di sistemazione della scultura che ha donato al Giardino della Memoria

I preparativi per collocare la scultura di Giuseppe Palumbo


Anche i Tartufai di Lucoli...presenti!!!

La pittrice Joanne Ugolini con il suo cane Jack pianta lavanda nelle aiuole. Joanne e Don hanno adottato una pianta nel Giardino.
Ringraziamo Mauro Pecco che ha adottato un albero di ciliegio del Giardino sostenendoci


Laura sorridente ed attiva è dei nostri, anche lei ha una pianta adottata nel Giardino

La pasta è cotta, i cuochi sono stati all'altezza dell'evento.

Lo scrittore americano Don Cushman ha partecipato alla giornata di lavoro insieme
Un grazie di cuore a tutti i convenuti è stata una giornata meravigliosa presente anche il Sindaco Valter Chiappini.
Il lavoro è proseguito anche la domenica per il montaggio della scultura di Giuseppe Palumbo.

Il Giardino della Memoria accudito e curato ringrazia

Bruce Wilson, che ha adottato una pianta nel Giardino della Memoria, saluta tutti i soci.
GRAZIE! Una parola che sintetizza la conclusione di una giornata stupenda, positiva e che ha fatto bene ai nostri cuori: dedicarsi  insieme all'ambiente e ad un bene comune si può.....

mercoledì 9 ottobre 2019

SABATO 12 OTTOBRE 2019 APPUNTAMENTO AL GIARDINO DELLA MEMORIA DEL SISMA DI LUCOLI


Il patrimonio storico delle attività agricole e silvipastorali condotte nel corso dei millenni in Abruzzo, vanta una notevole e prestigiosa tradizione, che purtroppo si sta perdendo a causa dello spopolamento delle aree rurali e dell’abbandono delle attività legate al capitale “terra”. 
L'Associazione NoiXLucoli Onlus, che ha ideato il progetto del Giardino della Memoria, all'indomani del sisma del 2009, sta lavorando dal 2010 alla riscoperta e valorizzazione di semi, frutti e piante in via di estinzione, cercando di salvaguardare una biodiversità fondamentale, che potrà restituire al nostro territorio un valore aggiunto e costituire nel turismo rurale un’eccellenza, un punto di forza ed una straordinaria ricchezza culturale.
Recuperare e valorizzare antiche colture autoctone è come recuperare e valorizzare le proprie radici, il proprio discendere da una stirpe ormai lontana, ma non estinta. Conservare il legame con la propria terra significa anche questo, svolgere un lavoro altamente professionale per combattere l’erosione genetica a cui anche l’agricoltura è sottoposta. Un atto d’amore profondo quello di ricercare e raccogliere il germoplasma frutticolo e viticolo dell’agricoltura tradizionale abruzzese, per preservare in modo diretto la biodiversità di cui l'Abruzzo è stato prezioso serbatoio per millenni. L’attività di ricognizione e recupero delle varietà antiche presuppone una conoscenza puntuale, precisa e specifica del patrimonio varietale attualmente messo a coltura. Parallelamente ad esso, costituisce requisito fondamentale, la conoscenza delle varietà ormai in disuso, che possono invece costituire un capitale naturale unico ed esclusivo da recuperare. 
L'Associazione è aiutata in questa attività da esperti di grande competenza e lavora costantemente alla manutenzione del Giardino della Memoria che, oltre ad essere un bellissimo frutteto, vuole anche essere un vero e proprio giardino a disposizione della collettività.
Come tradizione e per due volte ogni anno, i nostri soci si ritroveranno per svolgere un lavoro insieme di cura delle piante e di tutti gli elementi strutturali dell'area quali le recinzioni, le aiuole e gli arredi. Sabato 12 ottobre 2019 appuntamento alle 09:30. Pianteremo anche nuovi alberi, seguendo la vocazione della nostra Associazione, nel terreno limitrofo al cimitero di Lucoli.
Nella giornata sarà anche collocata la scultura in bronzo donataci, per il decennale del sisma, dall'artista Giuseppe Palumbo.

La scultura immortala plasticamente tre sequenze dello scenario del terremoto del 2009. I crolli, i volti di bimbi che dormono, il dolore di una madre che urla, consapevole della tragedia che si sta consumando.

Siamo onorati di aver ricevuto questo dono per il Giardino della Memoria di Lucoli: una scultura è un’esperienza del fare, un’opera d’arte che, parafrasando un detto conosciuto, è come un fiore tra i fiori che non potrà appassire.

Ringraziamo tutti i soci, il Gruppo Alpini Salvatore Tosone e tutti gli amici che si uniranno a noi sabato prossimo per lavorare insieme.