lunedì 5 ottobre 2015

I colori dell'autunno nel Giardino della Memoria di Lucoli


Cotoneaster o Cotonastro (C. dammeri - a forma ricadente) del Giardino della Memoria di Lucoli
Molti credono che l’autunno sia una stagione un po’ malinconica perché ci si lascia dietro le spalle l’estate, il sole, le vacanze. 
Venite al Giardino della Memoria di Lucoli, in Abruzzo e capirete che non è così! 
Perché l’autunno è una girandola di colori che ci conquista con il suo splendore. E’ sufficiente fare una passeggiata nel Giardino per essere circondati da mille sfumature di rosso, di viola e dai colori dei frutti dei quali gli alberi sono pieni. 
Tra pochi giorni lo prepareremo per la ricorrenza dei defunti cambiando i fiori sotto al monumento con i nomi delle vittime del sisma.
Anche le chiazze marroni, indicatrici dell’avvicinarsi dell’inverno, sono in armonia con gli altri colori più vivaci. 
Sulle rocce si inizia a vedere il muschio che ravviva ancor più l’ambiente e che subito ci fa quasi pensare al nostro prossimo presepe. 
Vite americana (Parthenocissus quinquefolia) del Giardino della Memoria di Lucoli
Autunne
A calate de sera
nu fuoche a arde a na campagna stese
fine alla finitore de lu munne.
E quille grille, mpunte d'angunie,
a chiamà da nu funne
de liette pe sta vìe.
Nu file, appene, de fiate: cri, cri:
a quanne a quanne.
Ma chi l'ô sentì?
S'ha finate lu munne, a luna scite.

da Canzune de tutte tiempe, 1970 di Vittorio Clemente (nato a Bugnara (AQ), il 12 aprile 1895 - morto a Roma nel 1975).
Campo Felice in autunno - Foto Roberto Soldati

Nessun commento:

Posta un commento