martedì 31 marzo 2015

PREOCCUPAZIONE IN MERITO ALL'ACCORPAMENTO DEL CORPO FORESTALE DELLO STATO AD ALTRE FORZE DI POLIZIA APPELLO DELLE ASSOCIAZIONI AMBIENTALISTE

La nostra Associazione aderente alla Federazione Nazionale Pro Natura condivide le posizioni assunte dalle Associazioni Ambientaliste firmatarie della lettera che segue.
Siamo convinti che le ipotesi di accorpamenti ventilate sono di fatto semplificazioni che non vanno nella direzione di valorizzare i servizi e creare chiare sinergie tra i vari corpi e amministrazioni, ma avranno invece il solo effetto di eliminare funzioni ed abbassare il livello e la diffusione dei controlli di legalità sul territorio del paese.



Il Corpo Forestale dello Stato ha seguito il lavoro della nostra Associazione sin dai nostri primissimi passi e ci ha supportati nella realizzazione del nostro progetto "Giardino della Memoria del Sisma". Nel Giardino cresce un albero di "Albicocco di Calascio" (Prunus armeniaca) dedicato al Corpo Forestale dalla nostra Associazione.


2 commenti:

  1. Ma poi, volendo parlare con il SOLO e RIPUGNANTE linguaggio dei soldi, diciamo che l'accorpamento del CFS alla Polizia NON provocherà risparmi in quanto la stragrande porzione del budget del CFS sono gli stipendi.
    Volendo parlare il più logico linguaggio della Natura: un travaso brutale del CFS si tradurrà in minore efficienza nel proteggere il patrimonio naturale.
    Beti Piotto

    RispondiElimina
  2. Grazie dell'intervento.
    Da più parti c'è solidarietà ed i sindacati del Corpo Forestale si stanno battendo. Ieri è stato realizzato il doppio sit-in della Forestale contro l'ipotesi di scioglimento del Corpo e la sua confluenza in un'altra forza di polizia. I forestali sono scesi prima in piazza, a Roma, in via delle Cinque Lune poi davanti a Montecitorio. Hanno incassato la solidarietà in primis di molte associazioni ambientaliste (il comunicato di cui sopra), degli agricoltori, della Coldiretti, e un forte appoggio che scorre l'arco parlamentare, dai deputai PD, ai 5 Stelle, da Sel, a Fdi-An, a FI, con Berlusconi in testa. Sono tutti concordi nel riconoscere alla Forestale, grazie alle competenze acquisite sul campo, una fondamentale funzione di tutela dell'ambiente, contro il dissesto, l'inquinamento, della fauna, dei nostri boschi contro gli incendi e della fauna in generale, ma anche del made in Italy e di conseguenza della salute dei consumatori, un argine alle ecomafie e agli illeciti che si annidano nella filiera.
    La nostra Associazione, nella sua sfera di possibilità, parteciperà a tutte le azioni possibili.

    RispondiElimina