mercoledì 8 gennaio 2014

COMUNICATO STAMPA DELL'ORGANIZZAZIONE REGIONALE PRO NATURA ABRUZZO


Il lupo trovato a Poggio Picenze - foto Abruzzo24ore
E’ di oggi la notizia del ritrovamento di un esemplare di lupo maschio morto a Poggio Picenze (L’Aquila), in un campo nei pressi della zona industriale di Varranoni. Con molta probabilità l’animale è stato investito da un'auto nella notte.
Negli ultimi 6 mesi sono stati una decina i lupi morti sulle strade dell'Aquilano, e molti esemplari sono vittima anche di atti di bracconaggio nel Parco Nazionale d’Abruzzo e non solo.  Colpi di fucile,  lacci, trappole, rischiano  di decimare la popolazione di lupo appenninico.
Questo magnifico essere vivente, oggetto di tutela e protezione, viene ucciso perchè è considerato pericoloso per le greggi e per l’uomo. Tale falsa convinzione è  frutto di antichi retaggi culturali e della scarsa conoscenza della specie. Emblematiche sotto questo punto di vista sono le favole ed i racconti che hanno da sempre visto il lupo come l’ animale malvagio  per eccellenza.
“Cappuccetto Rosso”, “I tre porcellini” , il “Pierino” di una fiaba russa musicata da  Prokof'ev devono sempre confrontarsi con il lupo cattivo:  e se si va più indietro nel tempo non è possibile non ricordare la fiaba “il lupo e l’agnello” di Fedro.
Ma il lupo è cattivo solo nelle favole! Ed il timore verso questo animale ha radici ancestrali e rappresenta la paura per ciò che non riusciamo a comprendere. Infatti  il lupo, elusivo e misterioso per sua stessa natura,  è in realtà il baluardo della fauna appennica e non solo.

Organizzazione Regionale Pro Natura Abruzzo
Consultare l'articolo che segue scritto dal Prof. Mauro Furlani sul lupo. Pubblicato il 4 gennaio 2014.

Per saperne di più:

Nessun commento:

Posta un commento