venerdì 20 settembre 2013

IL GIARDINO BOTANICO DELLA MEMORIA HA COMPIUTO TRE ANNI E CI DONA I PRIMI RACCOLTI

I primi frutti del Giardino Botanico della Memoria
La nostra Associazione continua ad occuparsi del recupero e della valorizzazione della frutta antica legata al paesaggio agreste tradizionale. 
Nel Giardino Botanico della Memoria vegetano alberi fruttiferi antichi, provenienti da diverse parti dell'Abruzzo e che ancora sopravvivono a testimonianza di passate attività agricole.
Dopo tre anni dalla messa a dimora queste piante ci hanno donato i primi frutti.
Mele varietà "romanella"


Sorbi

Mele renette
Pesche varietà " Platycarpa"
Mele varietà "gelata"

3 commenti:

  1. E questi sono momenti che ripagano ... speriamo che ci siano ulteriori piantumazioni di alberi anche in altre zone del territorio lucolano.
    Marco

    RispondiElimina
  2. Grazie della risposta Marco.
    E' un piacere leggerti.
    Abbiamo altri progetti che, come formiche, cerchiamo di portare avanti. Sono ancora in fase embrionale appena possibile li comunicheremo.
    Intanto abbiamo cominciato a piantumare delle rose selvatiche nella parte della strada che porta al cimitero di San Giovanni, solo essenze autoctnone ce ne sono già di diverse varietà. E' l'opera certosina di un nostro socio che non si arrende.
    La stagione quest'anno ci ha graziati: non è stata asciutta quindi tutto ha vegetato con facilità nonostante l'assenza dei "giardinieri" non residenti con il compito di irrorare.
    A presto.

    RispondiElimina
  3. Colore ma anche tanto SA-PO-RE nei frutti. Basta con la frutta finta del supermercato!
    Beti Piotto

    RispondiElimina