mercoledì 5 giugno 2013

DOMENICA 9 GIUGNO ORE 09.00 APPUNTAMENTO A CAMPO FELICE. ECO PULIZIA DELLA PIANA: LET'S DO IT!



Esiste una campagna italiana denominata «Let’s do it!», che rientra nel quadro di una manifestazione internazionale che dal 2008 punta a ripulire dai rifiuti i simboli del mondo. 
Quest'anno l'appuntamento è sul Vesuvio proprio il 9 giugno 2013.
L’appuntamento per «salvare» il vulcano più visitato al mondo da cumuli di immondizia e scarti edili richiamerà volontari selezionati attraverso il sito internet www.letsdoititaly.org, lavoreranno nelle aree protette delle tredici città che ricadono al’interno dell’ente parco nazionale con ramazze e sacchetti per eliminare gli scempi perpetrati per anni all’interno delle pinete e lungo i sentieri che si arrampicano fino a quota mille.
Noi abbiamo Campo Felice, un tesoro naturalistico per Lucoli, che costituisce uno dei simboli della possibile rinascita del territorio. 
Ci è sembrato opportuno cominciare proprio da qui, riappropriandoci di un territorio che va amato, curato e dove potrebbero perpetrarsi ulteriori sversamenti illeciti ed anche abusi ambientali.
Vogliamo che, Campo Felice diventi un emblema delle opportunità offerte da una sana relazione con l’ambiente che ci circonda.
Sull'Altopiano troveremo diverse tipologie di rifiuti: semplici, come plastiche e lattine, lasciati dai vacanzieri, ma anche pneumatici e rifiuti ferrosi che poco hanno a che fare con i turisti domenicali. 
Abbiamo dedicato questa attività volontaria a quelle previste per la campagna "Voler bene all'Italia" ideata da Legambiente, vogliamo agire in prima persona, per curare ciò che ci appartiene in quanto bene comune naturalistico del territorio. 
Abbiamo proposto un’azione in sinergia tra i volontari di associazioni nazionali e del territorio, le istituzioni locali e regionali,  e con chiunque ci vorrà offrire il suo contributo.
Arriveranno volontari da Roma, da Teramo da Tagliacozzo oltre che dall'Aquila, saremo Aiutati dal Corpo Forestale dello Stato - Stazione di Lucoli e dal Comune di Lucoli. 
Ringraziamo sin da ora i nostri «angeli della monnezza» ai quali forniamo alcune semplici indicazioni pratiche.

PROGRAMMA DEL 9 GIUGNO 2013 - CAMPO FELICE

Ad oggi le previsioni meteo non prevedono pioggia per domenica 9/6: se sabato 8 giugno dovesse copiosamente piovere l'iniziativa sarà annullata, non sarebbe infatti possibile lavorare per la raccolta dei rifiuti soprattutto nelle aree umide. 
Daremo comunque notizia dell'eventuale annullamento sul nostro blog.
  • Appuntamento alle ore 09.00 presso la Baita del Caseificio Campo Felice per la composizione delle squadre dei volontari.
  • I partecipanti dovranno munirsi di scarponi da lavoro, meglio se del tipo antinfortunistica e/o di stivali di gomma per le aree umide, guanti da lavoro ed abbigliamento consono alle temperature della quota (1.600 m circa).
  • Sono gradite cariole ed attrezzi da lavoro: pale e picconi, rigorosamente contrassegnati con il nome del possessore (alcuni rifiuti sono da recuperare in inghiottitoi, vanno estratti e trasportati).
  • La nostra Associazione fornirà le buste per la raccolta dei rifiuti semplici.

All'ora del pranzo sarà offerta ai volontari dalla nostra Associazione una degustazione di prodotti caseari locali.
Lotta al mostro della "monnezza"

2 commenti:

  1. Il paradosso...Gli uomini, numi tutelari del Pianeta, ne diventano i distruttori..Con l'auspicio che una lodevole iniziativa di tal fatta risvegli le coscienze e porti ad acquisire una giusta consapevolezza sul reale valore dei beni che ci circondano...Ad maiora!

    Pierlisa Di Felice

    RispondiElimina
  2. Grazie della risposta Pierlisa,
    siamo felici di leggerti sulle nostre pagine virtuali.
    Ti conosciamo come biologa ed educatrice ambientale oltre che guida naturalistica e tanto altro....tu senz'altro sei in grado di percepire il reale valore della natura. Ci impegneremo, nonostante i nostri acciacchi frutto di gioventù datata, ma con passione sempre viva, a realizzare altre iniziative analoghe: il nostro obiettivo è quello di bonificare le aree più critiche.
    Con un poco di fortuna e la collaborazione del maggior numero di persone sensibili forse ci potremo riuscire.

    RispondiElimina