venerdì 10 agosto 2012

NOTTE DI SAN LORENZO E NON LA SOLA....... PER OSSERVARE LE STELLE: 14 AGOSTO SERATA G' ASTRONOMICA

«Stella, mia bella stella, desidero che...». 
Oggi è San Lorenzo e come tradizione e/o scienza vuole il cielo piangerà. 

Le stelle cadenti sarebbero le lacrime di San Lorenzo martire ucciso arso vivo il 10 agosto 258 (dicono leggenda e tradizione). In realtà sono le particelle di polvere della cometa Swift-Tuttle che entrando nell'atmosfera s'incendiano e si trasformano in meteore (spiegano gli astronomi). Con un picco di cento scie luminose all'ora che quest'anno, a dire il vero, arriverà con due giorni di ritardo, soltanto nella notte a cavallo tra domenica e lunedì. E sarà uno spettacolo godibilissimo: la luna sarà calante e sorgerà dopo mezzanotte regalandoci un palcoscenico particolarmente adatto all'osservazione. 
La nostra Associazione riproporrà solo quattro giorni dopo questa notte: il 14 agosto p.v., una serata per l'osservazione delle stelle guardando il cielo di Campofelice.
L'appuntamento è previsto per le ore 20.00 presso la rivendita del Caseificio Campofelice la serata astronomica avrà inizio con il video didattico "Il Cosmo in 3D" che Roberto Soldati ha realizzato per l'Istituto di Fisica Nucleare di Frascati e per l'Università della Sapienza in collaborazione con i laboratori del Gran Sasso: il filmato ha vinto il primo premio nell'edizione 2008 di "Science on stage".
L'evento prevederà, nubi permettendo, l'osservazione di pianeti, costellazioni e stelle, il tutto affiancato da una serie di splendide immagini cosmiche in 3D. 
L'astrofilo Saverio Tiberi, del Gruppo dell'Aquila, sarà il conduttore della serata. Come ciliegina sulla torta, alle ore 22 e 43 passerà, luminosissima sulle nostre teste la Stazione Spaziale, evento da non perdere. 
Riusciremo anche a vedere qualche stella cadente ritardataria: gli astronomi assicurano che se i fattori cielo-buio, cielo-sereno e posizione dell'osservatore saranno adeguati si potranno vedere molte stelle cadenti in un'ora.

Nessun commento:

Posta un commento