martedì 14 febbraio 2012

LA NEVE E GLI ANIMALI. LA FAME ED IL FREDDO LI MINACCIANO.

Cavalli a Valle Maggiore - Foto Gianni Soldati
Un gatto a Colle - Foto Gianni Soldati
Un pettirosso alla ricerca della terra e del cibo sotto la neve - Foto Gianni Soldati
Giardino della Memoria - Cibo per passeracei fornito e posizionato dalla nostra Associazione
http://www.youtube.com/watch?v=b7fT1bKXhjk
http://www.youtube.com/watch?NR=1&feature=endscreen&v=_jSPS4aboUw
Passer Italie

2 commenti:

  1. Nel nostro terrazzo in questi giorni difficili vengono a sfamarsi tanti pettirossi, cincie,merli, passeri usignuoli, gatti e cani e fa anche piacere vederli.Del resto a noi, briciole, grano panettoni avanzati ecc non costano nulla, per loro èla vita.
    La selezione naturale è implacabile. I più deboli, quelli che non troveranno da mangiare per alcuni giorni, moriranno

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie del contributo scritto e grazie a nome degli animali.
      Verissimo ciò che dice in merito alla selezione naturale, i più deboli moriranno contribuendo ad alimentare la catena alimentare di altri animali.
      Questo inverno, però, preoccupa gli amanti della natura e gli ornitologi per un motivo particolare: l'ondata di gelo è tardiva rispetto al ciclo vegetativo degli uccelli.
      Studi effettuati rispetto alle attività di accoppiamento dei passeracei documentano che generalmente tra il 10 gennaio a la fine di febbraio gli animali dovrebbero già essersi accoppiati e stanno utilizzando i vecchi nidi come dormitori, apportandovi frequentemente materiali per le nuove cove.
      Ciò evidenzia il fatto che le femmine hanno bisogno di maggiore nutrimento e che se soccomberanno alla fame ed al freddo non ci sarà riproduzione.
      I nidi vengono in genere terminati in un tempo medio di 6,7 giorni. Tra l’ultimazione del nido e l’inizio della deposizione trascorrono in media 2,4 giorni. L’inizio delle deposizioni è compreso tra la seconda metà marzo ed i primi di agosto. Nello stesso nido si possono avere fino a 4 deposizioni consecutive. La dimensione media della covata è di 5 uova.
      Tutto ciò per dire che quest'anno, in modo particolare, i nostri amici volatili necessitano di aiuto.
      Saluti.

      Elimina