mercoledì 30 giugno 2010

Due Tesori dell'Abbazia di San Giovanni Battista di Lucoli esposti a Castel Sant'Angelo a Roma




























L’Associazione NoiXLucoli ha tra i suoi scopi quello di sviluppare interesse e raccogliere fondi per ristrutturare l’Abbazia di San Giovanni Battista a Lucoli (AQ), cercando forme di cofinaziamento tra pubblico e privato, ma anche svolgendo azioni concrete per comunicare ad una fascia di pubblico la più ampia possibile tutte le notizie relative al valore ed alla bellezza di questo patrimonio artistico del territorio.
Siamo andati a ricercare due pezzi importantissimi del “tesoro” dell’Abbazia di San Giovanni, non visibili al pubblico da tanti anni, esposti nel Complesso Monumentale di Castel Sant’Angelo. Vi consigliamo di visitare questa mostra dal titolo “S.O.S. ARTE DALL’ABRUZZO – UNA MOSTRA PER NON DIMENTICARE” organizzata al fine di evidenziare l’impegno per il recupero, la tutela e la conservazione del patrimonio archeologico e artistico dell’Abruzzo.
La mostra ospita 80 opere tra tele, dipinti, sculture, una selezione di oltre 140 reperti archeologici provenienti dall’Abruzzo, molti dei quali inediti e di grande interesse, dall’età del Bronzo fino alle soglie del Medioevo e tra questi ci sono la Croce Processionale in argento sbalzato del 1440 ed il Nodo di Croce Processionale sempre in argento e dello stesso periodo.
E’ stata una grande emozione trovare gli oggetti di culto della “Vecchia Signora”, l’Abbazia, esposti in sale così austere (dove hanno vissuto gli antichi romani e tanti papi), che sembrano così estranee al verde dei prati di Lucoli ed alla pace chiostrale, anche se dolorosa dopo il terremoto, che si respira in questi luoghi.
E’ con grande orgoglio che abbiamo osservato le centinaia e centinaia di visitatori, di tutte le nazionalità, fermarsi estasiati davanti alla teca con la Croce: senz’altro la più bella e la più grande ed abbiamo pensato che essa appartiene alla nostra Terra!
L’orgoglio ed il rinnovato stupore di fronte alla bellezza della nostra arte ha risvegliato la voglia di non darsi per vinti e di continuare a cercare e trovare ogni seppur piccola opportunità per arrivare a sanare i danni che minacciano la struttura dell’Abbazia di San Giovanni Battista fortemente lesionata dal terremoto.
Così come li abbiamo visti vi mostriamo i preziosi oggetti esposti.

Nessun commento:

Posta un commento